“LA VILLE NOIRE, THE DARK HEART OF EUROPE”

un progetto fotografico di GIOVANNI TROILO

//  21 Aprile - 20 Maggio 2018 //


“La Ville Noire” è un intenso quanto controverso e dibattuto racconto fotografico su Charleroi, cittadina al centro dell’Europa, a pochi chilometri da Bruxelles. 
Vincitore del Sony World Photography Awards nella categoria PEOPLE, il progetto di Giovanni Troilo sembra calarsi negli inferi di una società sbandata, dispersa, che non ritrova più la sua identità. Il cuore d’Europa diventa così il centro di un racconto per immagini che l’obiettivo di Troilo fonde in un mélange di realtà e sua rappresentazione, con uno sguardo e un’estetica volti al racconto del disagio umano ed esistenziale.
Questo reportage, che nasce da un punto di partenza personale e intimo del fotografo, diventa così metafora di un mondo popolato di corpi e luoghi che sembrano solo sopravvivere, nel tentativo di trovare una ragion d’essere.

Camera 79 presenta ventisei fotografie ed un'installazione video del progetto "La Ville Noire" .

A cura di Anya Cacciapuoti

 

 

 

 

 

 

 




 

GIOVANNI TROILO - BIO

Regista e fotografo, Giovanni Troilo si muove tra i mondi del cinema, della televisione, dell’editoria e della pubblicità. Ha iniziato a girare e fotografare da giovanissimo. Il suo lavoro è stato pubblicato su Newsweek Japan, Der Spiegel, D di Repubblica, GQ Italy, CNN, Wired Italy, Wired UK, Ventiquattro, Wallpaper, GQ Spain, Vanity Fair, Io Donna, Flair, Urban.
Nel 2011 ha diretto Fan Pio, il suo primo lungometraggio, e ha pubblicato in Germania il suo primo libro, Apulien, premiato come miglior libro fotografico agli International Photography Awards nel 2012. 
Troilo ha diretto numerosi documentari, spot, videoclip. Tra il 2012 e il 2015 Troilo ha diretto per Sky Arte HD Fotografi, tre serie di documentari sui più importanti fotografi italiani, la serie di documentari On The Road – Joe Bastianich Music Tour e Caravaggio Criminale. Nel 2015, con il progetto La Ville Noire - The Dark Heart of Europe, è stato premiato come People Photographer of the Year al Sony World Photography Awards. Nel 2016 dirige il documentario Italian Season - Casanova Undressed per Sky Arte HD; nello stesso anno William Kentridge – Triumphs and Laments, film documentario sul grande artista sudafricano William Kentridge, è selezionato al Festival Internazionale del Cinema di Roma, e il documentario Coeurope, ambientato in Belgio sull’Europa contemporanea, è in concorso a IDFA 2016 e in onda sui RAI3 e su ARTE in Germania e Francia.
Nel 2017 dirige Il mistero dei capolavori perduti, serie di 7 documentari realizzati per l’hub internazionale di Sky Arts (UK, ITA, GER) in onda da aprile 2018.
In questo momento Troilo sta lavorando a due nuovi documentari, al suo secondo lungometraggio e ad alcuni nuovi progetti fotografici.
Giovanni Troilo è nato a Putignano nel 1977 ed è laureato in Economia con una tesi in Geografia dello Sviluppo.

"LA VILLE NOIRE, THE DARK HEART OF EUROPE" - ENG

"Charleroi, La Ville Noire (The Black City), a small town close to Brussels, symbolizes by itself the whole of Europe: the collapse of the industrial manufacturing, the rising unemployment, the increasing immigration, the outbreak of micro-criminality. The
regression of the social welfare, the lack of a shared identity. This feature is a journey to the roots of my family, which moved from Italy to the district of Charleroi in 1956 to work in
the steel industry. Two generations have already succeeded in the promised land and, in the meantime, everything has changed. At this crossroad many populations united under
the same roof of working opportunities were left without anything to share, as work vanished. Today social unease combines with the lives of the citizens. The roads, once
blooming and neat, appear today desolated and abandoned, industries are closing down and spontaneous vegetation eats the old industrial districts. The same thing in a broader
scale is happening in Europe. This project invites people to gaze into the very heart of Europe, unlike most stories of this genre which tend to be focused on the margins of Europe. Does it make any sense to stay together when the initial mission has almost failed? Will it be possible to have another chance? This is the question for Europe, this isthe question for the dark heart of Europe.
The idea of the project was born a few years ago. I'm a son of this culture I investigated, and what pushed me to tell this story was an investigation on my own identity. My family moved from Italy to the district of Charleroi in 1956 to work in the coal industry. Half of my family still lives there, which is why I was granted such privileged and immediate access into the world I have captured in my photographs. Our story is tied up with the
European Community, with the political and social arguments that the introduction of the Union implied in our lives, dreams and ambitions."


 

©Camera 79 Art Gallery - 2018
Vicolo del Bologna, 79 - 00153, Roma

  • Facebook Icona sociale
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Icona sociale